Gestalt - perché?

m'innamorai dell'approccio gestaltico all'università quando conobbi Gaetano Kanizsa che all'epoca era a capo dell'Istituto di Psicologia (peraltro da lui fondato).

Kanizsa fu dapprima assistente di Cesare Musatti, "fondatore" della psicanalisi italiana che fu (in parte mio conterraneo) uno dei miei primi grandi amori "psicologici" 

Kanizsa divenne poi uno dei principali esponenti della psicologia della Gestalt e fu per me impossibile non innamorarmi nuovamente!

la psicologia della Gestalt (dal tedesco "forma") è una corrente che si basa su percezione ed esperienza, quindi apprendimento. 

la famosa frase di Christian von Ehrenfels "il tutto è più della somma delle parti" risuonava sia filosoficamente che eticamente, quindi sia nel mio cervello che nel mio cuore...

la psicoterapia della Gestalt e quindi il Gestalt counselling derivano dalla psicologia della Gestalt ma anche dall'esistenzialismo, dalla fenomenologia, dalla psicanalisi e dall'etologia... quale incontro più meraviglioso per la mia struttura caratteriale?

 

 

...to be continued...

perché questa foto... non c'è un perché, mi piace: è una pietra colorata di caldo, ha un che di solido e antico e insieme di vitale, ci sono i colori che mi piacciono, i colori della Natura, i colori di Madre Terra... spero piaccia anche a voi...

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • b-googleplus